Senza categoria

CANTI DELLA MIETITURA

la mietitura (2)

Nge ne sciame ‘ntorne a la partit’ o,o,o,
oi, graane mie, chi te vòle méte.
Padrone, vuoi méte ru grane?
È ‘dduce sauzìcchie e maccarùne…
Nun adduce suzicchie e maccarune.
quest’é la fauce e miétadiddhre tu.

Cante la calandrélle, cante cante o,o,o,
sopra ‘na spine fa canti d’amor.
Chiame li metetùre tutte quant’o,o,o,
sciame a mangià ch’é arrevata l’ore.

Ru grane ‘nficche e ‘nvute e manche é allasc’o,o,o,
padrone va la piglie la fiasche…
Piglie la fiasche e và pe l’ande,
nun date a béve a lu jérmetatore.
Quire réste li jérmite avante,
per fare spigulà ‘ste doie figliole.

Avésse tené la cape l’andenieére
nun cérche manche acque e manche miére
e piglie la fiasche e va pe l’ande,
nu’ lu rà a béve a lu sciérmetatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.